Tra gli obiettivi principali dell’ortodonzia c’è quello di prevenire o correggere irregolarità del cavo orale sia per disagi estetici che per difficoltà funzionali. Nella maggior parte dei casi le principali soluzioni a questo tipo di problematiche si basano su uno spostamento dentale applicabile mediante l’uso di apparecchi, fissi o mobili, che attuano delle forze sul dente.

Ad oggi i trattamenti più richiesti sono quelli che prevedono l’uso di apparecchi rimovibili come gli allineatori invisibili, sviluppati su misura sulla base dell’impronta dentale di ogni paziente.
Questa tipologia di apparecchi permette di orientare, mediante una distribuzione controllata, l’allineamento dei denti.

Gli allineatori possono risolvere diverse patologie del cavo orale quali:

  • Affollamento dentale: uno spazio insufficiente lungo le arcate provoca una sovrapposizione di alcuni denti causando disturbi gengivali e intralciando una corretta igiene orale.
  • Diastema: non è altro che uno spazio fra gli incisivi causato da diversi fattori quali protrusione della lingua, denti mancanti, denti di dimensioni ridotte ecc. Il diastema può causare gengiviti e parodontiti, anche gravi, con una possibile caduta di alcuni denti.
  • Malocclusioni legate ad uno scorretto allineamento fra arcata superiore e inferiore che possono genere anomalie: morso profondo, morso inverso e morso aperto.

Affermatisi soprattutto negli ultimi anni, gli allineatori sono riusciti a riscontrare un così grande successo soprattutto grazie ad una serie di benefici che li rendono decisamente più vantaggiosi rispetto ai classici apparecchi fissi:

  • Essendo trasparenti e quindi praticamente invisibili, non creano alcun tipo di disagio estetico al paziente.
  • Non bisogna porre limitazioni dal punto di vista dell’alimentazione poiché, avendo la possibilità di rimuovere l’allineatore durante i pasti, si può mangiare ciò che più si desidera, l’importante è applicare una corretta pulizia dei denti e dell’allineatore stesso prima di rindossarlo.
  • Il trattamento non risulta doloroso: si riscontrano solo dei lievi fastidi durante il passaggio tra un allineatore e l’altro nella fase iniziale della cura.
  • Essendo removibili facilitano l’igiene orale e rendono molto meno impegnativa la loro pulizia e dunque il loro mantenimento.
  • Si possono osservare i primi risultati in brevissimo tempo, già a partire dai primi mesi di trattamento.

Ogni allineatore dovrà essere indossato dal paziente per almeno 20 / 22 ore al giorno per 10 – 15 giorni ed essere sostituito con il successivo in ordine numerico facendo attenzione a non applicarlo ai denti durante i pasti, quando si beve caffè, vino o bevande gassate e quando si fuma. Così facendo si eviterà di corrompere la trasparenza della mascherina.

Queste sono solo alcune e generiche informazioni su una soluzione estetico funzionale per la cura di irregolarità dentali. Se desideri avere spiegazioni più accurate sul trattamento specifico con allineatori invisibili targati FlexiLigner, visita il nostro sito e scopri tutte le peculiarità del nostro lavoro e dei nostri prodotti innovativi.

CategoryBlog

Copyright © 2021 - FlexiLigner Italia by LP