I denti sono una componente essenziale nella fase della digestione: la masticazione, attuata principalmente da molari e premolari, è fondamentale per ridurre in poltiglia il cibo strappato da incisivi e canini.

È possibile suddividere un dente in 3 macro parti:

  • Corona: con questo nome si indica la parte visibile del dente, quella più solida e resistente, che assume una forma diversa a seconda della funzionalità di ognuno di essi. Risulta appuntita per i canini il cui compito è quello di lacerare e perforare il cibo, piatta per gli incisivi necessari per incidere e quindi tagliare, arrotondata con cuspidi (piccole protuberanze) per i molari basilari per la triturazione.
  • Colletto: a metà tra radice e corona, è la parte più sottile del dente attorno alla quale poggia la gengiva. Questa zona risulta molto delicata e più soggetta a patologie per via dell’accumulo di placca batterica a cui è esposta.
  • Radice: si trova nell’alveolo, la cavità della mandibola o della mascella dove si posiziona il dente. Questa parte sostiene il dente legandosi al tessuto connettivo e all’osso risultando singola in canini ed incisivi e doppia o tripla in molari e premolari superiori.

La struttura di un dente può essere ulteriormente suddivisa in base ai vari strati che lo compongono, è infatti possibile fare una distinzione tra:

  • Smalto: è composto da minerali e sostanze organiche che lo rendono la sezione più dura del dente. Tuttavia, a contatto con cibi acidi tende pian piano a dissolversi esponendo il dente a infezioni di diverso tipo, per questo motivo bisogna prendersene cura con una corretta e costante igiene orale. Il ruolo principale dello smalto è quello di proteggere i tessuti sottostanti più sensibili.
  • Dentina: simile all’osso, questa sezione di colore giallastro protegge il nucleo dai cambiamenti termici determinando anche la colorazione del dente
  • Cemento: questo strato molto sottile applica una copertura protettiva alla radice permettendone l’ancoraggio all’osso alveolare.
  • Polpa: è ciò che dà vitalità al dente, è la parte più interna composta da tessuto molle, vasi sanguigni e terminazioni nervose. È il punto più sensibile e delicato.

L’anatomia dei nostri denti risulta dunque estremamente complessa e stratificata, ogni parte svolge un ruolo fondamentale necessario alla salute del dente nella sua interezza. Una sezione, se compromessa, manca nelle sue funzionalità generando conseguenze su tutta la bocca. Per ovviare a ciò non basta solo applicare una regolare igiene orale ma anche fronteggiare, con i giusti mezzi, problematiche più serie come, ad esempio, le malocclusioni. I trattamenti con allineatori invisibili sono un’ottima soluzione per ristabilire un corretto equilibrio fra le arcate dentali che altrimenti andrebbe ad inficiare non solo la masticazione e quindi conseguenzialmente anche la digestione ma anche la postura e la respirazione.
Gli allineatori targati FlexiLigner sono una soluzione estetica e funzionale facile da usare ed invisibile agli altri; compila il nostro form con le tue informazioni, ti metteremo in contatto con il dentista più vicino che valuterà gratuitamente, con una prima visita, come migliorare il tuo sorriso ricevendo gli allineatori direttamente dal produttore FlexiLigner.

CategoryBlog

Copyright © 2021 - FlexiLigner Italia by LP