È convinzione comune che per avere denti sani sia necessaria un’ottima igiene orale, ciò è assolutamente vero ma una corretta e costante pulizia dei denti può non bastare se la nostra alimentazione va a danneggiare la salute di quest’ultimi. Dunque, quello che mangiamo può incidere, positivamente o negativamente, sul benessere della nostra bocca.

I denti hanno bisogno di specifiche sostanze nutritive per rimanere sani ed in questo modo anche efficienti per il lavoro che svolgono. In un’alimentazione completa non possono assolutamente mancare minerali come:

  • Fluoro: la cui carenza porta ad un indebolimento del dente in quanto necessario per la mineralizzazione dello smalto. È possibile ritrovarlo in alimenti come pesce, patate, spinaci e cereali.
  • Calcio: costituente principale di denti ed ossa, non può assolutamente mancare nella nostra alimentazione che dovrebbe comprendere, quindi, verdure a foglia, latte e derivati, fagioli, ceci ecc.
  • Zinco: utilizzato in moltissimi prodotti per l’igiene orale, questo minerale ha proprietà antibatteriche utilissime per fronteggiare la miriade di microbi che stanziano la nostra bocca.
  • Magnesio: dona robustezza ai nostri denti e protegge la salute dello smalto. Chi soffre di denti sensibili potrebbe avere una carenza di magnesio alla quale potrebbe far fronte mangiando frutta secca, cioccolato amaro, mais, crusca e verdure come bieta e carciofi.
  • Fosforo: come il fluoro ed il magnesio anche questo minerale è necessario per il rafforzamento di denti e gengive, donandogli quella resistenza necessaria a contrastare carie ed altre patologie dannose per il cavo orale. È possibile ritrovarlo in pesce, uova, pollame, cacao, farro, frutta secca e legumi.

cibo sano per i denti

Altrettanto importanti per il benessere dei nostri denti sono le vitamine, in particolar modo:

  • Vitamina A: aiuta principalmente a rafforzare le gengive ed è possibile trovarla in alimenti come uova, latte, frutta e verdura.
  • Vitamina C: protegge denti e gengive da batteri ed infiammazioni in quanto fortifica il sistema immunitario. Possiamo assumerla soprattutto mangiando agrumi ma anche peperoni, rucola, broccoli e fragole.
  • Vitamina D: necessaria per l’assorbimento del calcio, questa vitamina è presente soprattutto in diversi tipi di pesce come trota, salmone e sgombro.

Tutti gli alimenti che contengono le vitamine e i minerali sopra elencati vengono definiti “anticariogeni”, cioè utili a contrastare la formazione di carie. Solitamente cibi di questo tipo non sono acidi e non contengono zuccheri o ne hanno una quantità davvero esigua; favoriscono inoltre il proliferare di tutti quei batteri benevoli per il cavo orale.
Anche le gomme da masticare senza zucchero possono rientrare tra gli alimenti anticariogeni poiché lo xilitolo presente al loro interno non viene attaccato dai batteri della placca. Masticare chewing-gum, infatti, è utile per la rimozione di residui alimentari dai denti in quanto favorisce la produzione di saliva, ottima come detergente e disinfettante. Nonostante ciò non è assolutamente consigliato sostituire le gomme da masticare allo spazzolino, sempre necessario per una corretta igiene orale.

Dunque, combinando adeguatamente una alimentazione equilibrata con una corretta e costante igiene orale, il risultato sarà un sorriso smagliante con dei denti sani e robusti. Quando invece ci si trova difronte a problemi del cavo orale di carattere funzionale o estetico più gravi è il caso di rivolgersi a dei professionisti.

Vuoi sapere se il trattamento FlexiLigner è adatto alle tue esigenze? Compila il seguente form e ti metteremo in contatto con il nostro medico più vicino che valuterà gratuitamente il tuo sorriso e ti aiuterà ad entrare nel mondo FlexiLigner.

CategoryBlog

Copyright © 2021 - FlexiLigner Italia by LP